trombe in argilla

Ritrovarsi alla festa delle Trombe a Grottaglie

Il canto delle cicale fuori dalla mia finestra, il cesto ti li culummi (fioroni) presente sulla tavola annunciano solo una cosa: l’estate è già qui. Tutto ha inizio dal solstizio d’estate il periodo di magia e prodigio festeggiato in tutto il mondo come inizio di abbondanza di energie positive. Un periodo Sacro che vede l’intrecciarsi della cultura religiosa e pagana con quella rurale nei festeggiamenti in onore di San Giovanni e S.S. Pietro e Paolo. E proprio in onore di questi ultimi Santi sono venuta a conoscenza di una festa diversa dal contesto della taranta: la festa delle trombe.

Il mio posto nella tradizione

 

 

 

Sapete bene il mio interesse per la cultura immateriale del mio territorio e la gioia che mi riempi il cuore ogni volta che scopro nuove tradizioni. Il 29 giugno sarò a Grottaglie a vivere la festa delle trombe organizzata dalla Fondazione partecipata ‘Festa delle Trombe’ Festa SS Pietro e Paolo. Tutti pronti a “pernacchiare” felici insieme a Francesca della Proloco di Grottaglie  e gli abitanti de “lu Pinnino”! Così dopo l’esperienza del foc’ra di San Ciro, ritorno felice in questa città ad accogliere la nuova stagione estiva con la tradizionale rottura della tromba. Un segno di buon augurio per le tante novità che mi aspettano.

La festa delle trombe

 

fronte chiesa San Pietro
chiesa di S.Pietro

«Si pernacchia?» La mia prima reazione. Pare che nel borgo antico della Città delle Ceramiche, Grottaglie, si cerca da molti anni di ripristinare un’antica tradizione che era stata sospesa negli anni 60, e vede il coinvolgimento dell’intera comunità grottagliese: La festa delle trombe. Questa festa è l’espressione di unione delle diverse tradizioni diffuse in questo territorio: quella ebraica, quella cristiana e quella dell’arte della ceramica popolare. La festa si svolge lungo “Lu Pennino” (salita Forleo) e vede la partecipazione di tutti nel suonare le trombe durante la processione. I festeggiamenti si concludono con la rottura di queste come atto propiziatorio per il futuro.

Ma queste trombe cosa sono?

 

 

La tromba è un manufatto di argilla a forma di megafono dal suono come di una “pernacchia”. Ci vuole una certa abilità nel suonarla e il modo di suonare mi ricorda il degeradoo australiano ma decisamente molto più piccolo.
Non considerate però lo spernacchiare con la tromba come un atto sfacciato, ma come un segno liberatorio, un suono per scacciare via i cattivi presagi. Nei tempi passati era anche uno oggetto simpatico utilizzato per divertirsi per spaventare gli amici e i conoscenti oppure un simpatico dono da regalare.

 

 

Venite a provarla voi stessi venerdi 29 la festa di San Pietro a Grottaglie, e se volete girare con me alla scoperta della città e dell’origine della festa delle trombe unitevi al walkshop delle 17  “Verso il pittaggio in festa”  con  TRÁSI! e le amiche della Proloco. E viviamo insieme questa bella tradizione!

 

Related Post

5 pensieri su “Ritrovarsi alla festa delle Trombe a Grottaglie

  1. Avendo provato con la tromba con scarsissimi risultati 😂, credo proprio che opterei per il regalo ad un amico! 😉
    Grazie per farci scoprire tutte queste feste paesane, la Puglia è una regione spettacolare anche e soprattutto per le sue tradizioni! 😉

    1. Ciao ragazzi !! La festa è stata meravigliosa. Una comunità unita e gentile in cui mi sono sentita a casa. E sì, ho imparato a spernacchiare ahahhaha e ho ricevuto anche i complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *